oli essenziali

Come usare gli oli essenziali

L’aromaterapia consiste nell’uso di oli essenziali estratti da matrici vegetali quali cortecce, fiori, frutti, foglie e gemme; ogni olio essenziale ha una composizione chimica peculiare e unica. In questo articolo approfondiremo come usare gli oli essenziali.

Molte culture riconoscono il potere curativo delle piante da migliaia di anni: si può dire che l’aromaterapia abbia le radici nei vari sistemi della medicina tradizionale sviluppati dalle antiche civiltà. I popoli primitivi usavano le piante sia nelle terapie tradizionali sia nei rituali religiosi.

Il termine “aromaterapia” fu coniato per la prima volta nel 1928 da un farmacista francese, René Gattefossé, ma lo sviluppo dell’aromaterapia nella sua accezione moderna può essere rintracciato a partire dalle opere di Avicenna, filosofo e scienziato arabo vissuto nel X secolo, fino ad arrivare ai giorni nostri. Il folclore e la pratica medica si sono gradualmente fusi nell’intento di darci una scienza che rispetti le proprietà curative delle essenze estratte dalle sostante vegetali naturali.

Come anticipato esistono diversi modi per utilizzare gli oli essenziali a fini terapeutici. Vediamoli nel dettaglio.

BAGNI 

Gli oli essenziali aggiunti ad un bagno caldo entrano in contatto con la pelle di tutto il corpo e, nel contempo, vengono inalati attraverso il sistema respiratorio. Bastano dalle 8 alle 12 gocce.

IMPACCHI

Per fare un impacco caldo, aggiungere alcune gocce di olio essenziale in una bacinella di acqua molto calda. Immergere nell’acqua un panno pulito o una benda. Strizzare il panno e sistemare sulla parte dolente. In modo analogo si possono preparare impacchi freddi, usando acqua fredda o persino ghiaccio.

UNGUENTI

Si possono preparare degli unguenti aggiungendo qualche goccia di olio essenziale ad una crema base (priva di profumo).

PEDILUVI

Grazie alla riflessologia sappiamo che tantissimi organi sono collegati ai piedi, proprio per questa ragione i pediluvi sono indicati soprattutto per alleviare gli stati dolorosi improvvisi (emicrania, dismenorrea, nevralgia). I pediluvi vanno effettuati versando dell’acqua tiepida in una bacinella, insieme ad una decina di gocce d’olio essenziale. Immergere i piedi per circa 15 minuti, cercare di rilassare tutto il corpo.

SEMICUPI

I semicupi sono consigliati per combattere emorroidi, herpes genitali, infiammazioni localizzate. Versare 10 gocce di olio essenziale in acqua tiepida o fredda, mescolare accuratamente e immergete il bacino per 15 minuti circa.

SPUGNATURE

Versare alcune gocce di olio essenziale su una spugna umida e applicare sulla parte interessata.

FRIZIONI E MASSAGGI

Diluire l’olio essenziale in olio vegetale o crema neutra, dopodiché frizionare o massaggiare la parte interessata.

INALAZIONI E/O SUFFUMIGI

I suffumigi effettuati con essenze balsamiche sono estremamente efficaci per curare le affezioni delle vie respiratorie, i raffreddamenti stagionali e la pollinosi (febbre da fieno). Versare 6/8 gocce di olio essenziale in una bacinella di acqua bollente, coprire il capo con un asciugamano, respirare con il naso ed espirare con la bocca. Per una terapia più rapida da effettuare anche fuori casa, versate poche gocce di essenza su un fazzoletto e annusare profondamente.

GARGARISMI

Alcuni oli essenziali possono essere utilizzati per i disturbi del cavo orale. Aggiungere 3 gocce in mezzo bicchiere di acqua per fare sciacqui e gargarismi.

USO INTERNO E USO ALIMENTARE

Alcuni oli essenziali naturali, se distillati a freddo in corrente di vapore o per spremitura senza utilizzo di solventi possono essere assunti per bocca. L’assunzione per via orale va effettuata con molta cautela e sotto la guida di un esperto. Si diluiscono 1-2 gocce in un cucchiaio di miele, zucchero od olio vegetale.

I contenuti presenti su questo sito non vanno intesi come sostitutivi del parere del medico. I prodotti presentati nel sito non sono medicinali ma rimedi tradizionali che contribuiscono al mantenimento del benessere psicofisico.

Brands