oleoliti

Oleoliti da piante officinali

Gli oleoliti sono estratti ottenuti per macerazione fino a 90 giorni di parti di alcune piante in veicolo oleoso dalle caratteristiche particolari e dai molteplici usi. Il metodo di preparazione più naturale prevede la macerazione in recipienti di vetro scuro posti al sole in modo da abbreviare i tempi di macerazione (21-30 giorni).

La quantità di pianta da impiegare negli oleoliti è di circa il 15-20% in peso dell’estratto finale, terminata la macerazione si procede alla spremitura, si lascia riposare per almeno 24 ore per poi procedere con la filtrazione. Gli oleoliti sono composti dalle innumerevoli proprietà e possono essere preparati con olio di oliva, olio di mandorle dolci, olio di sesamo, olio di arachidi, olio di girasole. L’olio di semi di girasole è spesso quello più utilizzato grazie alle sue proprietà fisico-chimiche. L’olio di girasole infatti rimane sempre liquido alle comuni temperature di conservazione e non tende ad irrancidire, evitando di rendere il prodotto sgradevole all’odore.

Gli oleoliti sono un vettore ideale per gli oli essenziali da utilizzare ad esempio per massaggi, sono utili per attenuare rossori della pelle. Si dimostrano benefici nei casi di slogature e per le zone del corpo colpite da dolori articolari e reumatismi.

I nostri oli non contengono:

  • profumi;
  • coloranti;
  • ingredienti di origine animale;
  • petrolati.

OLEOLITO DI ARNICA MONTANA

Ottenuto per macerazione dei fiori di Arnica raccolti nel loro periodo balsamico. L’oleolito di Arnica è un olio giallo-arancio debolmente aromatico con sapore fortemente amaro. E’ indicato per:

  • slogature;
  • botte;
  • contusioni;
  • infiammazioni articolari;
  • stasi circolatoria;
  • dolori muscolari;
  • traumi di vario genere;
  • pelli irritate;
  • acne, foruncoli (mescolato al miele);
  • tonico per capelli e antiforfora.

Utilizzo sui capelli

Per questo tipo di applicazione l’olio va usato con parsimonia almeno 2 ore prima dello shampoo picchiettando e massaggiando fino al completo assorbimento. Questo massaggio è anche utile per rinforzare il bulbo pilifero.

Utilizzo per massaggi

Applicare sulla zona interessata, con un massaggio delicato fino al completo assorbimento.

Utilizzo cosmetico

Applicare sul viso con un batuffolo di cotone e lasciare agire fino a completo assorbimento.

OLEOLITO DI CALENDULA

Ottenuto per macerazione a freddo dei fiori di Calendula con olio di girasole, si ottiene un olio di colore giallo. Trova largo impiego per la sua azione protettiva, e stimolante della cute. E’ indicato per:

  • stati infiammatori della pelle e delle mucose;
  • lievi bruciature;
  • scottature solari;
  • acne;
  • eczemi;
  • geloni;
  • verruche;
  • ragadi;
  • herpes labiale.

L’oleolito di Calendula ha eccellenti proprietà antisettiche e cicatrizzanti, previene la formazione delle piaghe da decubito e durante la gravidanza può essere usato per ammorbidire i capezzoli. Grazie alla presenza dei flavonoidi ha un azione normalizzante sul microcircolo. L’oleolito di Calendula risulta quindi adatto nei trattamenti per pelli secche, screpolate, delicate, facilmente arrossabili, eritema da pannolini, lievi ustioni, cheratosi e punture d’insetti. Viene utilizzato con ottimi risultati per la pulizia del viso, dell’orecchio e per l’acne.

Utilizzo su calli e verruche

Applicare mediante massaggi, frizionando con poco olio le parti interessate almeno due volte al giorno. In queste zone non usare saponi o detergenti.

Utilizzo specifico

Per la pulizia dell’orecchio applicare un bastoncino di cotone imbevuto nell’olio facendolo ruotare all’interno del condotto uditivo senza spingere a fondo. Ripetere l’operazione per due volte alla settimana. L’oleolito di Calendula impedisce la formazione di tappi di cerume e nel caso fossero già presenti aiuta a rimuoverli.

Utilizzo cosmetico

Per la pulizia del viso applicare alla sera con un batuffolo di cotone insistendo particolarmente sulle pieghe e lasciare agire fino a completo assorbimento. Al mattino risciacquare il viso solo con acqua fresca. Non usare saponi o detergenti, l’azione combinata dell’oleolito e dell’acqua fresca tonifica la pelle e la mantiene elastica.

Utilizzo sui capelli

Per questo tipo di applicazione l’olio va usato con parsimonia almeno 2 ore prima dello shampoo picchiettando e massaggiando fino al completo assorbimento. Questo massaggio è anche utile per rinforzare il bulbo pilifero.

Utilizzo per massaggi

Applicare sulla zona interessata, con un massaggio delicato fino al completo assorbimento.

OLEOLITO DI IPERICO

Ottenuto per macerazione a freddo delle sommità fiorite di Iperico con olio di girasole, si ottiene un olio di colore rosso. Trova largo impiego per la sua azione antisettica, cicatrizzante, emolliente della cute. E’ indicato per:

  • stati infiammatori della pelle;
  • lievi bruciature;
  • eritemi solari;
  • pruriti;
  • doposole;
  • pelli secche;
  • pelli screpolate;
  • capelli grassi;
  • capelli devitalizzati.

L’oleolito di Iperico ha eccellenti proprietà protettive e lenitive, viene impiegato per uso topico come cicatrizzante, per piaghe, bruciature, ulcerazioni, pelli arrossate e delicate. E’ indicato per cicatrizzare e rigenerare i tessuti nei casi di piaghe e ulcere; inoltre lenisce i dolori delle articolazioni. L’oleolito di Iperico manifesta azione eudermica sulle pelli mature, è ottimo per smagliature e danni da freddo, soprattutto se unito all’olio di germe di grano. L’oleolito di Iperico favorisce la riparazione del rivestimento epidermico. L’Iperico esplica una blanda azione anestetica locale e modera le reazioni infiammatorie risultando come il rimedio migliore per la cura degli eritemi solari.

Pulizia dell’orecchio

Per la pulizia dell’orecchio applicare un bastoncino di cotone imbevuto nell’olio facendolo ruotare all’interno del condotto uditivo senza spingere a fondo. Ripetere l’operazione per due volte alla settimana. L’oleolito di Iperico impedisce la formazione di tappi di cerume e nel caso fossero già presenti aiuta a rimuoverli. In caso di otite scaldare leggermente l’olio e inserirne alcune gocce nell’orecchio chiudendolo con un batuffolo di cotone.

Pulizia del viso

Per la pulizia del viso applicare alla sera con un batuffolo di cotone insistendo particolarmente sulle pieghe e lasciare agire fino a completo assorbimento. Al mattino risciacquare il viso solo con acqua fresca.

Utilizzo sui capelli

Per questo tipo di applicazione l’olio va usato con parsimonia almeno 2 ore prima dello shampoo picchiettando e massaggiando fino al completo assorbimento. Questo massaggio è anche utile per rinforzare il bulbo pilifero.

Utilizzo per massaggi

Dopo l’esposizione al sole massaggiare la cute con l’olio, specialmente le parti più arrossate. Non usare prima di esporsi al sole.

I contenuti presenti su questo sito non vanno intesi come sostitutivi del parere del medico. I prodotti presentati nel sito non sono medicinali ma rimedi tradizionali che contribuiscono al mantenimento del benessere psicofisico.

Brands