problemi bocca

I problemi della bocca e le erbe 2

Continuando l’approfondimento sulle problematiche della bocca e del cavo orale descriviamo come l’approccio naturale fitoterapico possa aiutare nella prevenzione e nella risoluzione di molti disturbi.

AFTE

Ulcerazioni circoscritte della mucosa del cavo orale. Presenta margini piani e arrossati, con una superficie grigiastra o giallastra. La lesione è intensamente dolorosa, in particolare nella fase iniziale, quando provoca difficoltà nell’assumere cibo. Cause della formazione di afte possono essere stress, deficit delle vitamine del gruppo B e C, colite ulcerosa. Buoni risultati si raggiungono:

  • aumentando la dose di vitamina C (ad esempio attraverso l’assunzione di Acerola, Rosa canina, Camu camu);
  • aumentando la dose di vitamina B1;
  • assumendo Echinacea sia per via orale che come collutorio;
  • utilizzando per sciacqui infusi a base di Altea, Malva, Menta e Liquirizia;
  • utilizzando per toccature e pennellature olio essenziale di Salvia, soluzione di Propoli (preferibilmente analcolica per evitare l’azione aggressiva dell’alcool), ed estratti di Iperico e Calendula (preferibilmente analcolici);

ALITOSI

Un cattivo odore dell’alito è frequentemente l’espressione dello stato malsano:

  • della bocca (carie, stomatiti);
  • della gola (angine, tonsilliti);
  • dello stomaco (digestione lenta e difficile);
  • dell’intestino (stitichezza, fermetazione o putrefazione intestinale);
  • dei polmoni (bronchite).

L’igiene orale completata dall’ausilio di pulilingua o nettalingua (dispositivo consigliato in medicina ayurvedica per la pulizia della lingua) e collutori coadiuva l’azione di terapie più specifiche.

Per contrastare il fenomeno dell’alitosi si ottengono buoni risultati:

  • masticando qualche seme di Cardamomo, Anice e/o chiodo di Garofano;
  • diluendo qualche goccia di olio essenziale di Menta o Eucalipto in acqua e facendo poi dei gargarismi al mattino e alla sera;
  • assumendo una tazza di tisana di Zenzero mezz’ora prima dei pasti, in modo da favorire il processo digestivo e contrastare l’alitosi.

HERPES LABIALE

Insorge soprattutto in relazione a stress, esposizione al sole, affaticamento, mestruo, processi febbrili, assunzione di alcuni alimenti o farmaci.

A livello fitoterapico si consiglia:

  • l’applicazione locale di 1 goccia di olio essenziale di Melissa sulla lesione erpetica.
  • l’applicazione locale di 2-3 gocce di soluzione di Propoli sulla zona interessata.
  • l’applicazione locale di gel di Aloe più volte nel corso della giornata. Il gel fresco di Aloe vera possiede proprietà cicatrizzanti, idratanti ed emollienti.
  • l’assunzione orale di Echinacea sotto forma di gocce, compresse o tisana. La radice di Echinacea inibisce il virus dell’herpes, inducendo la produzione di interferone da parte delle cellule.

INGIALLIMENTO DEI DENTI

L’ingiallimento dei denti è principalmente dovuto all’alimentazione e all’età. Per sbiancarli in modo naturale senza aggredirne lo smalto si può utilizzare la Terra Silicea (Terra Diaomacea) o l’Argilla bianca, grazie alla delicata azione abrasiva della Silice in essi contenuta. Ecco una ricetta di facile attuazione per produrre in casa un ottimo dentifricio in polvere.

  • Bagnare lo spazzolino;
  • Far sgocciolare l’eccesso di acqua;
  • Appoggiare lo spazzolino sulla polvere di Terra Silicea (o Argilla bianca) in modo che aderisca;
  • Mettere infine 1 goccia di olio essenziale di Salvia (o Tea tree oil, o Menta) sullo spazzolino e lavare i denti con movimenti verticali e circolari non dimenticando la parte posteriore.

I contenuti presenti su questo sito non vanno intesi come sostitutivi del parere del medico. I prodotti presentati nel sito non sono medicinali ma rimedi tradizionali che contribuiscono al mantenimento del benessere psicofisico.

Brands